Blog

Danni alla retina: casistica e sintomi

La retina è una membrana dell’occhio dello spessore di circa 0,4 mm che ricopre un ruolo molto importante nell’acquisizione ed interpretazioni delle immagini.

Un corretto funzionamento della retina permette di distinguere i dettagli di un’immagine e di avere una buona visione periferica.

Quando si verificano dei danni alla membrana retinica si può quindi incorrere ad un peggioramento progressivo della vista che limita drasticamente la qualità della propria vita.

Le patologie che colpiscono la retina sono diverse:

Distacco della retina

Il distacco di retina in particolare è il problema più comune che colpisce persone di età media, di solito con miopia.

Può essere causata inoltre da violenti traumi oculari.

I sintomi più evidenti del distacco della retina sono la visione di punti neri più o meno grandi nel campo visivo e la percezione di lampi di luce, nonché la riduzione del campo visivo.

Retinopatia diabetica

Il diabete colpisce l’apparato circolatorio, per questo motivo ha un’influenza notevole sulla degenerazione retinica data la presenza di numerosi vasi sanguigni.

Si tratta di una patologia che può portare alla cecità a causa della generazione progressiva delle cellule private dell’apporto dell’ossigeno.

Degenerazione maculare

Colpisce soprattutto gli anziani e agisce sulla macula, la parte più importante della retina.

Qui si trovano i coni che permettono di distinguere i particolari di un’immagine.

Il primo sintomo della degenerazione maculare è la visione distorta a cui fa seguito la comparsa di macchie scure nel campo visivo.

Disturbi della circolazione retinica

La retina è attraversata da numerose vene e arterie la cui occlusione può comportare ad una degenerazione progressiva della membrana che non può più contare sul corretto apporto di ossigeno.

Interventi

A seconda della gravità del danno subito dalla membrana retinica si applicano differenti metodologie terapeutiche, le più comuni sono il laser e l’intervento chirurgico.

Il laser consente di intervenire in caso di un minimo distacco retinico, ripristinando il corretto funzionamento della membrana.

L’intervento chirurgico si rende invece necessario in casi più gravi e ha lo scopo di riattaccare la retina utilizzando apposite tecniche.